domenica 21 maggio 2017

Un sistema binario senza cappuccino

Oggi  vi do il  buon giorno  con questa foto e  raccontandovi  un angolino di me  tra perline sistemi binari favole  e realtà, perchè di sognare non si deve smettere mai.
Cosa  non farebbe  un uomo che ama la propria donna?
Vivere la propria vita accompagnata  ogni giono da qualcuno che ci ama non è semplice, e vi assicuro che vivere accando a una donna, che  nonostante i suoi 44 anni  rincorre nuvole di zucchero filato, mensiona sempre le frasi  di Alice, in borsa  tiene biglietti di tram  di altre città tranne la sua  e per la casa  vi sono perline  sparse ovunque, ci vuole anche  una gran fortuna e  un grand coraggio  oltre ad essere allenato a corse salti   tuffi e forti prese  in corsa.


La mia  vita è piuttosto confusa a tratti  realisticamnte lucida  a volte collocata in altri pianeti, se  qualcuno mi dovesse domandare:
<<cosa  vuo fare da  grande ? >>,
io risponderei  quasi sicuramente, che ancora non lo so.
Io però ci credo, questo per me è già abbastanze per andare avanti per le mia strada da qualche parte non so dove mi porterà l'importante e non fermarsi.

 All' inizio di questo post,  ho citato il sistema  binario, argomento che mi  fu spiegato in 2 media dal mio professore di tecnica, e non avrei mai pensato che oggi sarebbe stato il fulcro, il perno principale del mio lavoro, si perchè il mio lavoro quello vero, deriva da  quella maledetta coppia di  0-1 , ed io non avrei mai creduto che dopo anni di lavoro al Call center sarei diventata impiegata di  un azienda di cui  ne  avrei curato le infrastruttura IT  che in inglese   vuol dire   information technology,  che poi come ci sono arrivata e se mai resterò, è tutta un altra storia anch'essa confusa e  surreale.
Cosa  faccio ? gestisco  i sistemi informatici di un azienda utilizzando elaboratori e attrezzature di telecomunicazione  per memorizzare trasmettere e manipolare dati , detto così  non  vuole  spiegarvi nulla , ecco perchè a volte penso che per quel che mi riguarda potrei anche manovrare  satelliti alla ricerca  di fatine, o intercettare extraterresti che si scambiano frasi d'amore. Questo impiego comporta  alcune non indifferenti responsabilità, quale il monitoraggi di  allarmi di sistema che  purtroppo devono essere tenuti  sottocontrollo sempre  tutti i giorni a  tutte le ore e per  tutti i minuti di essi ed è proprio  per questo motivo  che  il mio lavoro per alcuni giorni del mese si può svolgere in orari notturni e da casa, e questo è ciò  che  è accaduto  proprio  questa mattina.

Ore 05.11, il sole ancora non è sorto, io finalmente dormo quietamente e senza sentire più quel dolore antipatico al braccio, mio marito  dorme accanto a me, tutto come in una favola un film amaricano ambienato in Inghilterra con le case colorate e  le  fiorere sempre annaggiate,  ma... squilla il telefono aziendale                          ------------------ UN ALLARME-------------

Ero preparata, non è la prima volta  che accade, daltronde qualcuno direbbe che son pagata per questo, ma vi assicuro che  svegliarsi così interrompre il proprio sonno  e frantumare un immaggine idilliaca di riposo familiare non vi è denaro che può pagare, ma a  quanto pare nel mondo del  vero lavoro questi parametri non vengono tenuti in considerazione. Cosi mi   alzo, apro  il PC del vero lavoro  ed  inizio   a fare ciò che devo,  lavorare.


Certo  che  guardandomi intorno l'ambiente  è fortementen in contrato, sul mio comodino pile di libri con storie d'amore, un lume con fiori in stoffa annodati , matite colorate, una  foto di me non mia madre e  un centrino  realizzato a mano, tra  l'immaggine di ciò che sto al momento facendo al pc  aziendale  e quella  che mi ritrae attraverso le cose intorno a me ci sono parecchi contrasti.

Si , io vivo di contrasti  ogni attimo della mia esistenza, all'avanguardia tecnologicamente, ma che ancora leggo  i libri fatti di carta, che nella mia piccola mansarda all' ultimo piano cucio e realizzo bijoux artigianali e sogni,  accessori addobbi per la casa  e viaggi ,  avvalendomi del lavoro delle mie mani e della mia fantasia e del  mio  cuore, ma che resta ancorata a una connessione internet. Contrasti che rendono, la mia strada  piena di ostacoli emozionali , di curve  e salite che mi fanno  battere forte il cuore e mi accorciano il fiato, e procurano  gastrite,  perchè riuscire a  giostrarsi  fra  una corsa  folledi  mille parametri che fra loro non si incontreranno mai, non è proprio una passeggiata  di salute ma  è come percorrere una strada  correndo   su  un autobus e dover continuamente scendere da uno e salire su un altro mentre sono in corsa, e non riuscire mai a  trovare la giusta fermare e ricominciare la corsa  nuovamente.

In  tutto ciò  per mia grande  fortuna ho un  punto fermo che mi riporta alla mia dimensione, che con me  sale e scende da quegli  autobus e  riesce anche a trovare il modo per  fermarci  in un bar di quelli con i tavolini  in ferro dipinto color pastello che si vedono solo nei film ma che se inizi  a viaggiare  ti rendi conto che esistono davvaro,  ed  ecco arriva lui con un cappuccino  e due cucchiai di Nescafè.
I miei punti di terra ferma, di certezza  il cappuccino caldo caldo come un abbraccio, i miei libri impilati sul comodino, come amici fedeli pronti ad ascoltarti e le mie perline sul banco di lavoro, come mille sogni scintillanti che saltano felici.  Eh si!!!! maledetto codice binario sei solo  un numero, non potrai mai avere quello che  ho io , non potrai mai avere  un uomo che ti porta il tuo cappuccino preferito  a letto. 








sabato 6 maggio 2017

Shopping: Un giorno di ordinaria follia per fortuna finita in Bellezza

Quando  vi prende un certo non so che di insoffisfazione, e non si riesce nemmeno a placarla  facendo shopping sfrenato  fra  boutique di abbigliamento e  centri commerciali cosa si fa?
Bella domanda. Ieri pomeriggio ero  uscita appositamente a fare un giro presso le vie centrali della shopping della mia  città, avevo, la scorsa settimana, intravisto parecchi capi di abbigliamento che mi interessavano ma non avevo  avuto  il tempo per fermarmi con attenzione e provarli,  per cui mi ero ripromessa di farlo quanche  giorno dopo. Uscita da casa ben organizzata con scarpe  comode, che per me sono molto importanti, inizio a avviarmi ed incontro un amica, incotro tra l'altro piacevole e
decidiamo di prendere un caffè insieme, dopo circa un ora di chiacchere  simpatiche  ci salutiamo ed io entusiasta mi diriggo verso H&M unico scopo partecipare alla campagna H&M Consciuous, a cui vi invito a partecipare, ma inevitabilmente  vengo rapita dagli stand con le maglie, come una calamita, bene, mi dico è  l'occasione per  prenderne almeno una...
mha... succede che improvvisamente  una folla incontrollata  invade  il piano , bhe  poco dire e  subito dopo scatta  un allarme infimo e fastidioso peggio delle sirene dell' Odissea , per cui  mi precipito  fuori, direzione Promod, qui sicuramente  prendo  quel pantalone verde che mi era piaciuto  tanto. Ma perchè le signorine ogni tre giorni cambiano la disposizione delle merce?
sicuramente per demotivare gli acquisti secondo me, non lo trovo affatto una  buona strategia, e mentre penso a questo cerco quel pantalone e anche quel vestito a fantasia che  sembrano  improvvisamente non aver mai fatto parte di quel negozio, stanca ormai ma più che altro delusa non accetto  dover girare in lungo e in largo in un negozio a cercare qualcosa che fino a tre fiorni fa stava lì, finalmenteintra   trovo  il pantalone, lo provo ed ecco qui, ha le pence  sul davanti ben  4 e le tasche sui fianchi già so che non  mi starà  bene affatto ma  io insisto sempre mi piace guardarmi allo specchi e farmi male, ovviamente il pantalone è tornato sul suo stand  e mentre stavo per  uscire  intravedo il vestito a fantasia che pensavo  fosse della scorsa stagione  visto che  non lo trovavo più
ma  ormai ero demotivata per cui decido di uscire  e di recarmi da Zara, c'erano un mucchio di cose davvero interessanti li qualcosa sicuramente prendo. Entro ...  arrivo alla porta di ingresso e faccio un lungo  respisro e conto, ma cosa succede ? invaso da gente  ovunque  stand ammucchiati con biancheria riposta tipo cesto della biancheria sporca, la gente  rovistava senza mettere a posto, un enorme armadio con roba alla rinfusa  non certo per colpa di Zara ma per la gente che non ha  il rispetto per chi ci lavora in questo negozio , le commesse  sfinite che  giustamente cercavano di sferzare dei sorrisi ed sistemare gli abiti invano visto che due secondi  dopo erano nuovamente   messi alla rinfussa. Come avrei  potuto  fare a cercare quanto avevo visto e poi a provare?? cerco di avanzare, ed osservo l' uomo in abito scuro ed auricolare all'ingresso, con guardo quasi disgustato a  ragione e  con espressione assente, ma   riuscivo a percepire  il suo pensiero,  che  guardava verso l'interno del negozio  le donne che , tutte  truccate come una notte di capodanno si riversavano sugli stand con le braccia colme  di maglie.
Non c'è  più  piacerea  a fare shopping  così, se questo è il  risultato, mi dico che forse da casa  sui siti degli stessi negozi potrò acquistare con calma provare e anche  cambiare idea, d'altronde i siti servono a questo, ho spesso utilizzato questo medoto per acquistare da loro è sono sempre rimasta soddisfatta ma  vuoi mettere  dello shopping fra i negozi con alle braccia  borse di cartoncino con i loghi dei negozi? ora solo un miraggio, non reca più il relax di un tempo quasi quasi è più  esaltante aspettare il corrier. Bene  decido di tornarmene a casa, fra mille pensieri  riflessioni  che si mischiano tra i pedoni del  marciapiede su cui cammino mi ricordo  che dovevo passare  in farmacia a  ritirare una medicina.  Ed  è qui che ho trovato la cura della mia  voglia di  shopping, la farmacia,  ma la mia è differente non vende  solo medicine, per fortuna o purtroppo.
Anna, una delle  signorine che vi lavora, con quel suo modo di fare, quasi sembra  una piuma, ha uno soluzione per ogni problema  ed una promo per ogni prodotto,  sentirle raccontare le proprietà  e i risultati di ogni  prodotto di bellezza o farmacologio o naturale è come ascoltare una sorte di fiaba, e lei stessa sembra l'immaggine di quel  risultato, per non parlare con quale attenzione tutti i commessi della  farmacia  si occupano  della clientela, hanno pure  instituito una card  raccolta punti, e se lasci il tuo numero ad Anna lei sarà cosi  carina da informati per messaggio tutte le volte che vi sono delle giornate a tema e delle promozioni.
Ovviamente io  ho acquistato una valanga di prodotti, non potevo non farlo non perchè mi son fatta solo convincere ma perchè  affettivamente mi servivano e Anna  è stata ben  capace
ad individuare cose in quel momento avevo  bisogno. I prodotti in foto  sono il bottino fatto presso la FarmaciaCacace tra l'altro alcuni dei prodotti  presi sono di mio abituale  uso come Hidrance si Avène, la cipria di Bionike e  le compresse Fitomagra Adiprox di Aboca. Risultato dello shopping, strepitoso. Non  è  solo acquistando abiti che ci si diverte, ma spesso anche  recandosi in farmacia se una  ben  fornita e all'avanguardia, fare shopping  acquistando dei prodoti  per il proprio corpo, per  affrontare la  stagione estiva al meglio mirando alla scelta di prodotti che  ci aiutano a migliorare il nostro aspetto estetico è  sicuramente  un vantaggio in  più  rispetto ad acquistare un pantalone, quest'ultimo lo indossi per una stagione  o due, il bello aspetto e la cura del proprio corpo  la porti   con te  ogni giorno  in giro  non passa di moda e ti fa sentire  sempre  pronta ad affrontare qualunque cosa. Io ringrazio la mia  farmacia ed Anna per avermi regalato un pomeriggio di shopping  unico salutare .
Continuerò la ricerca del io pantalone, un altro  giorno, magari di lunedì, e caso mai  ci sono sempre i siti , per poter scegliere con calma e dedicare  qualche ora allo shopping rilassante .

sabato 29 aprile 2017

Fibromialgia, una malattia che si cura facendo ridere i tendini

Ciao a  tutti, vi riconoscere in  questa foto ? Oggi voglio raccontarvi di un argomento molto sottovalutato ma che purtroppo colpisce parecchie pesone anche incosapevolemente, la fibromialgia.
Non sono un medico  e tutte le informazioni qui ripotate le ho prese dalla rete, sui siti e  forum che trattano, l'argomento .
Molte di noi la conoscono, sanno di cose si tratti , altre invece nonostante posseggano tutti i sintomi
ancora non sono  consapevoli di aver stretto un forte legame con essa per tutta la vita
Cos'è la Fibromialgia? è una malattia a genesi multifattoriale, le caratteristiche principali sono la iperalgesia e la allodinia.
Come ne sono venuta a conoscenza?
semplicemente effettuando delle ricerche per dare delle risposte ad alcuni  miei disturbi, che  periodicamente si ripresentavano. Nonstante  se ne parli poco in rete, vi sono  delle informazioni molto dettagliate,  vediamo insieme di cosa si tratta.

Alla mattina ti senti più stanca di quando sei andata a dormire?
Hai dolore dappertutto? Ti stanchi per minimi sforzi?
Soffri di gastrite e/o di colite? Hai spesso mal di testa e vertigini?
Sono anni che ti lamenti di questi sintomi, ma nessuno è riuscito a trovare una spiegazione?

Si tratta, come dicevo prima di una malattia conosciuta da molto tempo, ma che solo recentemente è stata  definita dei dettagli e si iniziano a sviluppare le prima  cure,  se di queste si può parlare .
Il termine fibromialgia  deriva dal terine  "fibro" che indica i tessuti fibrosi ad esempio  tendini e legamenti, e daltermine   "mialgia" che significa dolore  muscolare. La Fibromialgia è quindi una malattia reumatica che colpisce i muscoli causando un aumento di tensione muscolare: tutti i muscoli del nostro corpo sono in costante tensione.

Questo comporta numerosi disturbi alcuni che infastidiscono notevolmente la vita normale;
le sedi più frequenti sono il collo, le spalle, la schiena, le gambe, i muscoli tesi sono causa di dolore che in alcuni casi è localizzato, i muscoli tesi provocano rigidità e spesos limitano i momiventi, di conseguenza essendo rigidi sono sottopostiauno sforzo continuo , come se lavorassero sempre
ecco per cui la continua sensazione di stanchezza,ecco spiegato la continua sensazione di spossatezza e stanchezza , anche per attività  semplici.
E risaputo che per affrontare al meglio una giornata  bisogna  riposare bene, ma  avendo costantemente i muscoli tesi non è permessoun buon riposo , quindi si dorme poco sempre in domiveglia ci si svegliapiù volte durante la notte ed alla mattina ci si sveglia come se avessimo costruito un palazzo .

Cosa accade, la tensione del muscolo si riflette  sui tendini che  rappresentano il punto fondamentale con cui il muscolo si attacca alle ossa, e nei punti diintersezione iniziana a far male.

Si può  guarire di Fibromialgia?  bhe una cura  per guarire in effetti a mio parere non esiste, ma  esistono diversi metodi che  aiutano a convivere con questo disturbodel dolore, a livello famacologico  sono prescritti dei miorilassanti che agiscono sulla contrattura muscolare  quindi lo distendono ovviamente è necessario chiedere  consglio a un medico specialista che sappia individuare per ognuno la giusta terapia farmacologica
Poi abbiamo la  terapia non farmacologica. Vi sono diverse scuole  di pensiero ognuno è libero di  esercitare quella che ritiene più idonea,   molti  ricorrono all ' agopuntura, altri si dedicano  prettamente all'alimentazione , considerandola  uno  dei fattori che  può  indicere positivamente su questo problema,   vi sono svariate alternative che possono essereproposte da uno specialista.

Io come affronto una giornata dolorante?  bhe , quando la giornata dolorante arriva  all improvviso accompagnata da vertigini e senso divomito  ad affrontarla ci vuole  pasienza e concentrazione, per me la soluzione ideale è restare a riposo al caldo , fattore che rilassa i muscoli, e rilassarsi sopratutto mentalmente, evito da anni gli antiffiammatori, che attutiscono il dolore al momento ma non lo curano per cui li trovo inutili . Eservito però delle attività  e degli accorgimenti che limitano i periodi di dolori, innanzi  tutto ho eliminato la borsa pesante, io dietro a me portavo giornalmente una borsa  tipo valigia dove tenevo tenevo tutto ciò che poteva servire a una donna, pochette con trucchi salviettine due agende la privata e quella di lavoro, un eventuale cambio di calze o altro  pochette con penne , bottiglietta con acqua, potafoglio e prtadocumenti, e  tutto ciò che  al momento di uscire ritenevo che per quella  gioranta potesse servirmi , con il risultato che la mia borsa pesava almendo  2 kg, bene lo ridotta,  evito di caricarmi con la spesa e  vado dopo posso avere la consegna a domicilio, effettuo degli esercizi  giornalieri di streacting per allungare e tenere il muscolo allenato ,   porto con me sempre  una foular  che posso portare al collo per tenere  caldi i muscoli delle spalle e dellal cervicale , fondamentali  sensibilissimi a questo disturbo , in quanto sorreggono tutto lo scheletro , cammino più che posso perchè non volgio perdere l'elasticità e voglio mantenere in  ritmo   il corpo ho paura tremendamente  di non potermi più muovere, in merito all'alimentazione non so darvi indicazioni precise , ho comunque notato che riducendo  i cibi  come pasta e  coposti da farina , il corpo  reagisce in modo migliore ai fastidi del dolore muscolare, ma non sono certa di questa incidenza,  io punto  sopratutto a tenere i muscoli caldi , fino a che lo sono il dolore  non sparisce ma è almento mitigato e  puoi vivere quasi normalmente, cerco di evitare posizioni scomede o prolungate che facilitino il raffreddamento del muscolo , so che non sono cure, a  al momento mi  danno qualche sollievo , da quando  ho compreso che  il problema deriva  appunto del muscolo che si irrigidisce e dai tendini che non apportano il corretto supportotra osso e muscolo cerco di stimolre in modo che  questi non si irrigidiscano provocando dolore, io ioltre riveco  benefici dai massaggi , ma non tutti state attenti alcuni  addirittura  accusano peggioramenti ,penso che sia dovuto forse dal tipo di massaggio , io quello che esercito e che  spesso mi faccio fare sono prettamente rilassanti riscaldanti e mirati alle contratture localizzate effettuai ovviamente sempre in ambienti caldi e da mani esperte.

Ultima cosa che  sento di dirvi e  sorridete, quando un viso sorride la maggior  parte die muscoli del corpo si mettono in movimento sviluppando appunto quel calore che non li fa irrigidire e  per questa matattia  forse più di altre dove i protagonisti sono muscoli e tendini  vi dico di   ridere .

la foto utilizzata  è presa  dalla  rete non è di mia proprietà:
http://www.varesenews.it/2016/05/giornata-mondiale-della-fibromialgia-una-malattia-quasi-sconosciuta/516205/

lunedì 6 marzo 2017

Le Macaron Ladurée


   Maison Ladurée ;
  Laduree Paris  sito
  


Maison Ladurée
Una delle cose che mi ha particolarmente colpito, per non dire che mi ha lasciato affascinata nel nostro viaggio a  Parigi è stato   Maison Ladurée.
Tutti conosciamo i macaron, non sto qui a elargire ricette, il web ne è pieno, ognuna di noi almeno una volta ha provato a realizzarli e devo ammettere che rientrato nella categoria dei dolci particolarmente articolati nella loro realizzazione con percentuali di riuscita spesso basse se non si  dei perfetti maestri pasticceri.







Stavamo passeggiando per
Avenue des Champs-Élysées, lasciandoci dietro i Giardino delle Tuileries, dove avevamo trovato riposto un  una delle tante sedute in ferro verdino che si possono trovare sparsi per il giardino, camminavamo con meta L 'Arc de Triomphe, tra  un passo e un altro chiaccherando sotto gli alberi di castagno, veniamo attratti da una struttura, una veranda in ferro e vetri  colore verde chiaro, con all' interno  merletti , si questa è stata l' impressione che  ho avuto, non avevo ben chiaro, mi è sembrato quasi  surreale  teletrasportata in un altra dimensione, in un altro mondo in una favola di quelle che si sentono raccontare o si osservano le immaggini in tv, devo essere sincera ci ho impiegato  un poco a realizzare che fosse una pasticceria, che fosse la pasticceria, a impatto ho avuto l' impressione che si trattasse di una profumeria, ma alzando lo sguardo verso l' ingresso principale, che  sembrava quello di un Hotel a 20 stelle, leggo Ladurèe !!!
 



Oh  santo cielo, citando Alice, non credo ai miei occhi, questo è Ladurèe, non potevo non entrare, e vi dico subito che vi era la fila  fino a  fuori.

La struttura  è pazzesca, l' interno sembrano le stanze di Maria Antonietta in una delle sue residenze estive, tutto curato nei minimi particolari, dall'accostamento dei colori agli arredamenti, cristalli porcellane, ottoni, tutto uno scintillio, continuavamo a stare in fila e non credere che si trattasse di una pasticceria. Ebbene si quella struttura dai colori che ti trasmettono tranquillità, quell'ambientazione  che ti riporta alla corte di una regina, quell'atmosfera di favola alla  Disney è Ladurèe. Ed  è così che Ladurèe è un vero e proprio Brand,  infatti è una delle più grandi venditrici di Macaron e non solo.
La société Pâtisserie E. Ladurée è una società per azioni semplificata e ha sede a Marcq-en-Barœul. L'azienda ha negozi in tutto il mondo.
Maison Ladurée è una casa da te realizzata da un mugnaio, Louis Ernest Ladurée, che aveva aperto  una panetteria a Parigi, ma che a causa di un incendio nel 1871  gli fu data la possibilità di trasformare la panetteria in una pasticceria.




Per riuscire a comprendere  cosa oggi è diventata Ladurèe  basta   visitare il loro sito  e potrete conoscere il mondo ma sopratutto la capacità di far  diventare un Macaron un vero stile di vita, oggi non producno solo dolci e cioccolattini , ma hanno anche una linea di candele una linea beauty  dedicataprettamente  alle donne romantiche e sesibili, Ladurèe è riuscito a ricreare un vero stile di vita dedicato alle donne sofisticate che in un accessorio ricercano  l' unicità che  sprigionano fraganze riconoscibili,  tutto ciò viene racchiuso all' interno delle loro  speciali confezioni relizzate appositamente che richiamano lo stile  Ladurèe con colori e geometrie che ti traspotano in un posto fatto solo di cose  dolci, di serenità e tranquillità, esattamente l'atmosfera che  viene ricreata presso la loro  sala da te dove si possono gustare  squisiti dolci dalle sfariate cromie e altrettanto aromi.


Vi invito a visitare il loro sito e di guardare il loro  ultimo  video, registrandosi alla  new letter  vi informano periodicamente  sulle nuove campagne pubblicitarie sui prodotti e  vi forniscono ricette sui loro dolci fa sempre  piacere ricevere mail di pura dolcezza, provate.



Ladurèe video
Le foto sono prese dal  web, e dalle mail che  Ladurèe mi  invia.